Identità e attività

L’Istituto diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei santi”

Logo Istituto

L’Istituto Diocesano “Beato  Toniolo. Le vie dei Santi” è stato costituito ufficialmente il 30 marzo 2017 per iniziativa del Vescovo di Vittorio Veneto, S.E. mons. Corrado Pizziolo. E’ un ente ecclesiastico che ha come punto di riferimento la figura e l’opera del grande sociologo ed economista cattolico Giuseppe Toniolo (Treviso, 7 marzo 1845 – Pisa, 7 ottobre 1918), sepolto nel Duomo di Pieve di Soligo e proclamato Beato dalla Chiesa nel 2012.              L’Istituto si compone di Consiglio Direttivo, Commissione Scientifica e Revisore dei conti, e trova sede presso il Collegio Vescovile Balbi Valier di Pieve di Soligo (Tv), al civico 47 di via Sartori.

Sono componenti del direttivo, rinnovato il 4 settembre 2020 per il triennio 2020 – 2023, il presidente Stefano Zanin e il direttore scientifico e vice presidente Marco Zabotti (nominati dal Vescovo Pizziolo),  i consiglieri mons. Giuseppe Nadal, don Luigino Zago (di diritto), Maria Teresa Tolotto, Leonardo Parcianello e Paola Brunello (eletti dalla Commissione Scientifica su proposta congiunta di presidente e vice), tesoriere Federica Forner, segretaria Tiziana Zanon (nominate dalla presidenza in seno al consiglio direttivo), revisore dei conti Claudio Dal Col. 

L’Istituto è sorto sulla base del percorso ecclesiale, culturale e sociale realizzato dal Comitato diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi” a partire dal 2013, consolidato negli anni anche attraverso uno stretto rapporto di collaborazione con la diocesi di Belluno – Feltre  e con i livelli CEI triveneta e nazionale.

Cultura e spiritualità, arte e bellezza; Dottrina Sociale della Chiesa; Premio Giuseppe Toniolo; formazione di operatori culturali; accoglienza e visite nelle chiese; gestione della Foresteria Santa Maria nell’Abbazia di Follina; turismo religioso in rete con le comunità e il territorio: sono questi i temi fondamentali della “mission” dell’Istituto. 

Il video di presentazione del progetto Beato Toniolo, ottobre 2017:

Chiudi il menu