L’Azione – Con il Beato Toniolo sulle vie dei santi

UN PROGETTO DEL COMITATO DIOCESANO

Un agile opuscolo sulla figura e il pensiero del Toniolo, una mappa con la proposta di alcune tappe per un pecorso di fede nel territorio diocesano, un sito Internet.

“Beato Toniolo – Le vie dei Santi”: è questa la denominazione del progetto di comunicazione, promozione e valorizzazione della figura e dell’opera del Beato Giuseppe Toniolo avviato dal Comitato diocesano per la santificazione del grande economista e sociologo cattolico.

Per  favorire un programma di sempre maggiore conoscenza a vasto raggio di una personalità del laicato cattolico di così ampio respiro nazionale ed internazionale –  sulla scia anche del notevole interesse registrato a Pieve di Soligo nel tempo della beatificazione, con l’arrivo di numerosi  pellegrinaggi e visite da varie parti d’Italia –  il Comitato diocesano ha deciso di realizzare una serie di pubblicazioni nell’intento di  avvicinare  al Toniolo, alla comunità ecclesiale tra Piave e Livenza  e al suo territorio una platea sempre più larga di persone, gruppi e associazioni.

In questa prima fase il progetto si compone di tre iniziative editoriali, due di stampa ed uno web.

Innanzitutto, un opuscolo incentrato sulla biografia, i principali caratteri del pensiero e dell’azione, l’attualità del messaggio e il rapporto vitale con Pieve di Soligo di Giuseppe Toniolo, con un ricco e aggiornato corredo fotografico sui più recenti eventi religiosi riguardanti il nuovo Beato.

In secondo luogo, una mappa di facile consultazione che illustra e accompagna le tappe di un percorso di fede nel territorio della diocesi, lungo le “vie dei Santi” che parlano in particolare di Giuseppe Toniolo a Pieve (ricordato anche con una sintesi della sua “vita esemplare”), dei legami tra il Beato Papa Giovanni XXIII e San Pietro di Feletto, di Papa Luciani amato pastore della comunità diocesana e dei Santi Tiziano e Augusta a Vittorio Veneto, della Beata Giuliana di Collalto, della Beata  Maria Pia Mastena sepolta in parrocchia a San Fior, del Beato Fra’ Claudio Granzotto a Santa Lucia di Piave.

In questo circuito sono pure indicati “luoghi e tesori preziosi di spiritualità e devozione, simboli autentici di arte, bellezza e cultura espresse dal dono di un diffuso sentimento popolare”, dall’Abbazia di Follina all’antica Pieve di San Pietro di Feletto alla Basilica della Madonna dei Miracoli di Motta di Livenza, passando per la Cattedrale di Vittorio Veneto, il Duomo di Conegliano, il Duomo abbaziale di Oderzo e varie altre chiese della comunità diocesana.

Infine, un nuovo sito internet, all’indirizzo www.beatotoniolo.it, che vuole essere un agile e moderno strumento di comunicazione sempre aggiornato, incentrato sul Beato Toniolo, le vie dei Santi e le bellezze di un territorio che offre da sempre grandi opportunità per i visitatori, con vari “link” informativi e di collegamento per utili conoscenze e contatti.

“Il progetto si inserisce pienamente nella mission del comitato diocesano che in questo momento è affidato al nostro coordinamento” affermano  Diego Grando,  presidente dell’Azione Cattolica diocesano, mons. Giuseppe Nadal , parroco di Pieve di Soligo, e Francesca Zabotti, membro del  comitato nazionale. “Valorizzare, far conoscere e promuovere la figura del Beato Giuseppe Toniolo a partire dal territorio diocesano e triveneto, e progettare e realizzare, anche in collaborazione con altre realtà, un sito e del materiale divulgativo rivolto ai pellegrini e a quanti a desiderano approfondire la conoscenza del beato e del nostro territorio sono due obiettivi prioritari condivisi con tutti gli altri componenti. Riteniamo possa essere un’opportunità che fa proprio  lo stile del Toniolo, sempre attento al contesto socio-economico per fecondarlo con una santità quotidiana, fatta di competenza e di impegno a 360 gradi”.

Chiudi il menu